Simotrone

Prodi a Radio DJ, post maratona

Posted in Varie on January 21st, 2006

Questa l’ho trovata oggi sul sito di Repubblica.
Un’intervista troppo bella. :)

Dialogo fra Radio DJ (Linus e Nicola) e Prodi post maratona.

LOL.

Chiusura?

Posted in Varie on January 20th, 2006

Probabilmente il bloggo dovrà chiudere.
Niente di grave, ma si necessita di hosting meno impegnativi. :-)
Cmq sia, il tutto verrà backuppato e tenuto pronto per quando si tornerà su.
Se servono dati o altro, dunque, prendeteli ora prima che sia troppo tardi.

Cya.

PS: Si torna su appena si può.

Inutile

Posted in Varie on January 13th, 2006

Ok ok, è da un po’ che non posto… ma è tutto ok.
C’ho solo un po’ di cose da fare.
Stiamo calmi. :-)

Natale, nevicate, anno nuovo…

Posted in Varie, L’angolino on January 4th, 2006

Ok, in ritardo come sempre. Se contiamo dallinizio del 2006, beh, sono in ritardo di qualche giorno; rispoetto al Natale, invece… :-)
Comunque, per l’anno nuovo offro intanto questa lettura, lieve come la neve.

La neve cade
-Boris Pasternak-

La neve cade, la neve cade
Alle bianche stelline in tempesta
Si protendono i fiori del geranio
Dallo stipite della finestra:
La neve cade e ogni cosa è in subbuglio,
ogni cosa si lancia in un volo,
i gradini della nera scala,
la svolta del crocicchio.
La neve cade, la neve cade,
come se non cadessero i fiocchi,
ma in un mantello rattoppato
scendesse a terra la volta celeste.
Come se con l’aspetto di un bislacco
Dal pianerottolo in cima alle scale,
di soppiatto, giocando a rimpiattino,
scendesse il cielo dalla soffitta.
Perché la vita stringe. Non fai a tempo
A girarti dattorno, ed è Natale.
Solo un breve intervallo:
guardi, ed è l’Anno Nuovo.
Densa, densissima la neve cade.
E chi sa che il tempo non trascorra
Per le stesse orme, nello stesso ritmo,
con la stessa rapidità o pigrizia,
tenendo il passo con lei?
Chi sa che gli anni, l’uno dietro l’altro,
non si succedano come la neve,
o come le parole d’un poema?
La neve cade, la neve cade,
la neve cade e ogni cosa è in subbuglio:
il pedone imbiancato,
le piante sorprese,
la svolta del crocicchio.

Gennaio 2006

Posted in Varie on January 2nd, 2006

cut you costsParte il primo mese dell’anno nuovo.
Sono già tornato al lavoro, solito freddo “birichino”, e ora devo ricominciare a studiare.

Inizio (da ieri!) col part-time (24 ore settimanali) in modo da cercare di mantenermi mettendo qualche soldo in cassa e le altre ore utili ci si butta nello studio. Speriamo. :-)

Non sono abituato a studiare così, ma credo proprio sia il caso di riuscire.

Fine 2005

Posted in Varie, Pensieri on December 31st, 2005

Fuochi d
Così finisce il 2005.
Un anno di lavoro (e studio nullo), completamente fuori casa, pieno delle mie solite indecisioni, i soliti modi per accontentare tutti che alla fine non accontentano nessuno – tanto meno me – ecc.
Soddisfazioni poche, tante questioni chiuse – ma non ancora tutte quelle che vorrei.
Un brutto anno? No, un sacco di cose sono state ottime.
Un anno inutile? Forse. Le esperienze sono state fatte, ma dove mi abbiano portato nei confronti del futuro preferisco quasi non chiedermelo.

Vedremo il 2006.
Nel frattempo, auguri a tutti. E che il 2006 sia migliore del 2005.

Buon Natale

Posted in Varie on December 25th, 2005

Merry Xmas!!!

Oh oh oh. :-)

BabboNatale

Prima di Natale

Posted in Varie on December 23rd, 2005

Un giorno di ferie.
Corsa per ultimi regali.
Gironzoletto per Bologna per fare gli ultimi auguri.

Uff uff… coooorrere.

(Cmq a Natale sono più le persone nervose che sorridenti.)

Jack in Italia

Posted in Varie on December 19th, 2005

WOW.
Conclusa or ora la serata “improvvisata” con GJL. :-) Troppo bello.
Non voglio nemmeno parlarne troppo che poi è scontato che legga e commenti. A che serve dunque fargli complimenti per essere una bella persona? A niente, ma non si possono evitare. :-D

Cmq sia non c’è niente da fare: una serata in compagnia di persone splendide è rara – sarà per questo che in troppi casi me le passo in solitario – ed è ottimo cogliere queste occasioni.
Dunque spero che il libro di Morgan ti piaccia, spero che la pizza fuori Casalecchio non sia stata male, e per il resto si può solo dire: alla prossima.
Passati un buon Natale con i tuoi (come cantava Elio: “Xmass with the yours”, e Pasqua con chi vuoi) che poi tornerai in UK, fra tutti gli anglosassoni fichissimi ed i loro accenti.
Saluti anche alla chimica studiosa.

Cya. ;-)

La spudoratezza vince

Posted in Pensieri on December 17th, 2005

Certo, essere timidi non è un vantaggio.
Ma è ridicolo che essere spudorati lo sia.

Persone che dicono immani cagate all’insegna del: se lo dico più forte e prima degli altri, ho più ragione.
La cosa bella, è che è vero. Ci si convince.
A forza di sentire la stessa balla per 10 volte, ci si convince che tutto sia vero.

Mah… che roba.